Le Grotte del Fico, del Bue Marino e di Su Marmuri

Grotte-della-sardegna-orientale

I mondi sotterranei della Sardegna Orientale

La Sardegna si colloca fra le prime regioni in Italia per le numerose grotte sotterranee sparse per il territorio.
Ne avevamo già fatto cenno in 10 cose da non perdere in Ogliastra, ma oggi entreremo nel dettaglio perchè, oltre ad essere una tappa imperdibile in un tour del territorio ogliastrino, le grotte della Sardegna Orientale, sono tra le più affascinanti per chi ama la natura e le escursioni avvincenti.

La Grotta del Fico

La prima è la Grotta del Fico, una delle più spettacolari per la sua collocazione nella falesia di Baunei, a circa 7 metri sul livello del mare.
Situata fra le spiagge di Ispuligidenie, Cala Goloritzè e Cala Biriola, la Grotta del Fico è particolarmente importante per i numerosi sifoni collegati al mare da cui accedeva la “Foca Monaca” per poi riprodursi nelle spiaggette interne.
Finora la Grotta del Fico è stata esplorata per 1800 m ma il percorso turistico è di 800 m su passerelle di acciaio poste sul letto fossile di un antico fiume sotterraneo. Alla grotta si accede solo via mare e solamente accompagnati da guide esperte.

Le Grotte del Bue Marino

Nel Comune di Dorgali si trovano invece le Grotte del Bue Marino, sempre raggiungibili via mare dai porti di Arbatax, da Cala Gonone o da Santa Maria Navarrese.
Sicuramente tra le più famose, deve il suo nome all’appellativo della foca monaca oggi purtroppo scomparsa dalla zona. La grotta è divisa in due rami, quello visitabile è il ramo sud attraverso un percorso attrezzato di circa 900 metri che costeggia laghetti di acqua dolce, spiaggette sabbiose e spettacolari concrezioni.

Grotta di Su Marmuri

L’altra perla sotterranea, è la Grotta di Su Marmuri è considerata una delle grotte più imponenti d’Europa con i suoi 1000 m di lunghezza e 35 metri di altezza.
Situata nel comune di Ulassai, a soli 24 km da Bari Sardo, non si può non rimanere estasiati dalla maestosità degli ambienti di Su Marmuri, uno dei quali costituisce rifugio per la più grande colonia di pipistrelli d’Italia.

L’Hotel La Torre vi darà tutte le informazioni necessarie per organizzare la vostra escursioni nei mondi sotterranei dell’isola.

 

foto di:

http://www.flickr.com/photos/delaere/2601076295/